IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
home | quelli di chiaia | S.O.S. chiaia | archivio numeri | news | primo piano | sollecitazioni | quartierissime | grande napoli | mobilità | banconote | saper vivere | movida
     
 
 
Rossella Scarano, folk e melodie
 
 
La giovane cantautrice napoletana racconta il suo primo album

di Alessandro Mantico
 
Un’anima cantautorale forgiata da raffinati riferimenti musicali che spaziano da i Pertubazioni, a Carole King e Fiona Apple, passando per Ani Di Franco, Cat Power, fino a Cristina Donà. Rossella Scarano, napoletana, classe ‘84, incanta pubblico e critica grazie all’attitudine di rendere poesia le vibrazioni più intense del suo background musicale. Febbraio 2012 ha segnato il suo ingresso nel mercato discografico con “Guardando fuori” (Fullheads) scritto e composto da lei con l’ausilio della sua band.
Perché l’esigenza di scrivere in due lingue?
Inizialmente, adoperavo solo l’inglese perché volevo che determinati miei pensieri non fossero chiari a tutti, per timidezza. Crescendo invece, c’è stata una spontanea esigenza di gridare forte certe idee che con l’italiano riescono ad avere più efficacia.
Cosa significa il titolo dell’album?
È un titolo ottimista ed intimista,“guardando fuori”,per me vuol dire guardare al futuro.
Quale canzone canticchi sotto la doccia?
Una in particolare che da troppo non ascoltavo: “Gracias a la vida” di Violeta Parra.
La canzone dell’album invece a cui sei più legata?
“Everything is changing”, una canzone agrodolce, per chi è innamorato e per chi lo è stato, è il mio primo singolo, una frase in particolare che adoro è: “And everytime you won't cry, I'll be there to hold you tight".
Le emozioni del tuo primo disco? Cosa hai pensato?
Lo scrissi su Facebook: “Album ultimato! Tutte le parole, le rime, le filastrocche scritte, tutte le tarantelle che le hanno ispirate, tutte le chitarre, i rullanti, gli organetti che le hanno suonate,ora sono in una sottile scatolina di plastica”.
 
 
28 giugno 2012
 
Indietro
 
 
© 2005 - 2019 chiaiamagazine.it | tutti i diritti sono riservati | edizione Iuppiter Group | P.IVA IT07969430631