IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
home | quelli di chiaia | S.O.S. chiaia | archivio numeri | news | primo piano | sollecitazioni | quartierissime | grande napoli | mobilità | banconote | saper vivere | movida
     
 
 
Le giocate delle feste / Sale la febbre del lotto: si sbanca con Tot├▓
 

 

(a cura di LIDIA GIRARDI e LIVIA IANNOTTA)

La colonnina di mercurio del «Ternometro» sale vertiginosamente. E i napoletani, in preda alla febbre da giocata, si mettono alla spasmodica ricerca della combinazione vincente. Che siano quelli suggeriti in sogno, quelli legati a un episodio fuori dall’ordinario o studiati a tavolino, a Napoli i numeri si danno per mille ragioni. Come ogni Natale, Chiaia Magazine lancia i terni del 2017, ispirati a fatti di cronaca, volti noti e sentimentalismi calcistici. A cui quest’anno si aggiungono le puntate consigliate da storici commercianti di Chiaia: la Tabaccheria Moggio, l’Edicola Scarpati e la Tabaccheria Postiglione. Nove terni sul filo dell’ironia che ci auguriamo possano regalare una buona dose di fortuna a tutti i lettori. 

50 - 64 - 26
IL TERNO DI TOTO'
Maschera simbolo di Napoli, sorprendente marionetta, gigante della comicità.
Invochiamo Antonio De Curtis, in arte Totò, per un pizzico di fortuna. I numeri: «50», come gli anni trascorsi dalla sua morte; «64», il marziano, come lo definì Luigi Compagnone in un articolo pubblicato su Il Mattino del Sabato nel 1987; «26», la nobiltà, quella che il fuoriclasse della risata rincorse per tutta la vita e alla fine celebrò nella sfilza di cognomi “gentilizi” che impreziosivano la sua firma.
41 - 61 - 12
IL TERNO DELLA MOVIDA
Napoli come Milano, Barcellona, Parigi. In teoria. Perché in nessuna di queste città la querelle “movida sì movida no” ha spaccato gli animi e infiammato le polemiche come sotto al Vesuvio. Giochiamo i numeri del by-night: «41», gli schiamazzi, quelli che dalle stradine delle “zone calde” salgono a disturbare il sonno dei residenti; «61», l’alcool che tra cocktail sorprendenti e sorsi di shottini, “disseta” le notti dei più giovani; «12», la rivolta, quella che si preparano a far scoppiare gli antagonisti del baccano.

40 - 66 - 36
IL TERNO DI GOMORRA
Chi la ama e chi la odia, chi la guarda e chi la accusa di mortificare la città: la terza stagione di Gomorra approdata su Sky fa comunque parlare di sé e quindi non potevamo non dedicarle un terno: «40», la violenza, che è protagonista assoluta di ogni episodio; «66», il successo, quello che ha varcato i confini italiani; «36», i clan, che si alleano e si fronteggiano nelle intricate dinamiche malavitose.
14 - 10 - 39
IL TERNO DI MERTENS
Dopo la partenza di Higuain e il primo infortunio di Milik, l’attacco del Napoli sembrava essere stato colpito a morte. Ma un’intuizione di Mr Sarri ha sorpreso tutti: trasformare Dries Mertens in un goleador. Ecco i suoi numeri: «14», la maglia con cui calcia il pallone nel Napoli; «10», per la bellezza dei suoi goal che ricordano quelli di Maradona; «39», il sogno, quello dello scudetto sempre vivo nei tifosi azzurri.
34 - 17 - 29
IL TERNO DEI TRASPORTI
Che cosa ricorderà Napoli del 2017? Sicuramente l’annosa questione dei trasporti. Attese infinite, metropolitane allagate, funicolari mal funzionanti, scioperi selvaggi, una situazione debitoria dell’Anm e, paradosso dei paradossi, aumento del costo del biglietto dei pullman. Giochiamo il terno dei trasporti: «34», l’attesa; «17», la disgrazia e «29», il conducente, capro espiatorio del disagio.
60 - 7 - 18
IL TERNO DEL CORNO
Qualcuno l’aveva presentato come simbolo di una napoletanità che invece non si riconosceva in questa immagine, il Corno, la megaistallazione minacciata sul lungomare, fortunatamente non ha visto la luce. I detrattori possono tirare un sospiro di sollievo, il panorama che guarda verso Capri è libero e forse qualcuno dovrebbe prendersi la responsabilità di questo fallimento anche se ora nessuno sembra averlo mai voluto. I numeri sul corno gigante sono questi: «60», il fallimento; «7», il corno; «18», il nemico.
4 - 13 - 52
IL TERNO DELLA NONNA
Aperta dal 1970, l’edicola di via Nisco distribuisce notizie ai napoletani da quasi cinquant’anni. Carlo Scarpati e suo figlio Giuseppe, dalla loro postazione di attualità e fantasia, ci regalano un terno che ha sapore antico di famiglia. Sono i numeri della nonna, sempre gli stessi e sempre giocati di generazione in generazione. Se sono vincenti sapete chi è d’obbligo ringraziare: «4», «13» e «52».
24 - 25 - 32
IL TERNO DEL CAPITONE
Tradizionale e infallibile è la combinazione proposta dalla storica tabaccheria Postiglione di largo Ferrandina: «24», la vigilia; «25», Natale e «32», il capitone. «Dopo essermi consultato con mia moglie Anna e mio figlio Alberto, esperti di numeri, un terno senza capitone non potrà mai uscire» - sentenzia Postiglione. 
82 - 20 - 68
IL TERNO GASTRONOMICO
Tre fratelli, Vincenzo, Salvatore e Ciro, tra risate, sigarette e giocate, dalla loro tabaccheria Moggio in via dei Mille, regalano ai lettori di Chiaia Magazine un terno saporito: «82», la tavola imbandita, una delle tante a cui siederemo tra Natale e Capodanno; «20», la festa che a Napoli si celebra rigorosamente in famiglia; «68», la “minestra maritata”, piatto celeberrimo della tradizione partenopea per il 25.
4 dicembre 2017 - chiaia magazine
 
Indietro
 
 
© 2005 - 2017 chiaiamagazine.it | tutti i diritti sono riservati | edizione Iuppiter Group | P.IVA IT07969430631